Chi sono


Ho un chiodo fisso: la comunicazione. Soprattutto perché riguarda i significati profondi dell'esistenza. Mi sono laureato in filosofia e questo è un bene: la comunicazione è una cosa troppo seria per lasciarla solo ai comunicatori. Senza spocchia però, anche perché faccio parte della categoria: sono giornalista e mi occupo di comunicazione digitale, relazioni con i media e comunicazione istituzionale soprattutto in ambito culturale e sociale.

Mi occupo dei canali social della trasmissione di RaiTre La Grande Storia (@lagrandestoria). Sono ricercatore e docente di Teoria Generale della Comunicazione presso la facoltà di comunicazione sociale istituzionale della Pontificia Università della Santa Croce www.pusc.it, dove insegno anche Media Relations e Comunicazione di Crisi. Sono presidente del comitato scientifico di Inspiring PR un evento che ogni anno a Venezia è un'occasione di incontro e di confronto tra comunicatori e addetti ai lavori del settore delle pubbliche relazioni.

In passato ho curato l'interazione con il pubblico attraverso i social per la trasmissione A Sua Immagine (RaiUno) e mi sono occupato di comunicazione in ambito religioso e sociale, dove ho maturato soprattutto esperienze di dialogo, di confronto e di gestione di comunicazione di crisi.

In questo blog raccolgo ciò che scrivo, in particolare coltivo una #guidasocial su come stiamo online, ma soprattutto teorizzo la #disputafelice: la necessità di imparare a comunicare facendosi capire innanzitutto e soprattutto da chi ha opinioni diverse e non è d'accordo. La ritengo l'unica via possibile oggi per vivere in modo proficuo nella società plurale.

Tra le mie pubblicazioni: Dibattiti online: oltre le contrapposizoni in La missione digitale. Comunicazione della Chiesa e social media (curato con Giovanni Tridente), Edusc, 2016; Parlare di fede in Tv. Breve corso di Media Training per farsi capire sul piccolo schermo (con Raffaele Buscemi), Edusc 2015; La relazione con i media. L'ufficio stampa delle istituzioni senza scopo di lucro (con Marc Carroggio e Francesco Gagliardi) Aracne 2012.

 View Bruno Mastroianni's profile on LinkedIn




Nessun commento:

Posta un commento