Quel "buonasera" che ha spiazzato l'intero sistema

giovedì 14 marzo 2013

Le previsioni sono saltate. Gli schemi, gli schieramenti, le dotte analisi: tutto da rileggere e archiviare sotto il genere "non ci abbiamo capito nulla".

Diventa Papa Francesco il Card. Jorge Mario Bergoglio. Inizia il suo pontificato con un "buonasera" che in un sol colpo spazza via pagine su pagine, servizi su servizi. E' curioso pensare che molti di noi fino a pochi minuti prima eravano impegnati in qualche intervista a rispondere a domande come: "crede che le evidenti lotte e divisioni che ci sono nella Chiesa riusciranno a risolversi?", oppure: "chi prevarrà al Conclave i 'curiali' o i 'riformatori'"... poi l'annuntio vobis gaudium magnum, è Bergoglio, Francesco.
In Piazza c'è stato un momento di smarrimento. Ma come? Dopo tutte le liste di papabili, dopo le classifiche con tanto di "in salita", "stabile", "in discesa"? Dopo tutto questo, decine di migliaia di lettori hanno avuto una doccia fredda: tutte chiacchiere.

Grazie Papa Francesco, abbiamo iniziato bene questo Pontificato.Volevamo il governatore, il giovane, l'innovatore. I signori cardinali invece hanno seguito l'unica logica che da due millenni manda avanti la Chiesa: hanno scelto il più santo tra loro.

So che è dissacrante ma a me viene in mente l'ultima scena del film Matrix in cui l'eletto si rivolge ai "gestori robotici della realtà" avvisandoli che è finito il loro controllo e che da domani tutto sarà possibile. Ecco, inizia il pontificato di Papa Francesco e, a schemi mediatici saltati, possiamo veramente ricominciare a pensare a ciò che è veramente importante.

Intanto il Papa, come primo atto di governo, ci ha invitato a pregare.


1 commento:

  1. E' proprio vero. Mio figlio di 14 anni è rimasto colpito da quel 'buonasera' e ha subito preso il nuovo papa in simpatia.
    Complimenti per il tuo blog!

    RispondiElimina