A 10 anni dalla canonizzazione di San Josemaría una giornata per l'Africa

martedì 2 ottobre 2012

Oggi, 2 ottobre, ricorre l'anniversario della fondazione dell'Opus Dei che avvenne nel 1928.

Il prossimo 6 ottobre saranno 10 anni dalla canonizzazione di san Josemaría Escrivá avvenuta a Roma nel 2012 ad opera di Giovanni Paolo II. Ecco un breve video che ricorda quel giorno:


Per festeggiare questo anniversario è stata organizzata a Roma, il 5 ottobre, presso la Pontificia Università della Santa Croce una giornata di studio sul messaggio sociale di San Josemaría promossa da Harambee, il progetto di solidarietà per l’Africa nato in occasione della canonizzazione di San Josemaría.

Il Prelato dell’Opus Dei alle 12.30 interverrà con una prolusione su “Il cuore cristiano e la crescita sociale e culturale. Riflessioni a partire degli insegnamenti di San Josemaria”.

La giornata vede coinvolte diverse personalità del mondo africano, della Chiesa e di realtà impegnate per lo sviluppo dell’Africa.

Ci saranno due panel principali. Il primo, composto interamente da personalità africane, alle 10.00, verterà su “Il contributo di San Josemaría allo sviluppo dell’Africa”, con Mons. Fortunatus Nwachukwu, Capo del Protocollo della Segreteria di Stato; Adèle N’Douba, Prof. Medicina, Università di Cocody in Abidjan (Costa d’Avorio); George Njenga, Vice presidente Strathmore University (Kenya).

Il secondo panel alle 11.30 vedrà confrontarsi i diversi partner locali che portano avanti progetti sostenuti da Harambee: Suor Liliana Ugoletti e Giancarlo Urbani, Fondazione Canossiana (Sudan); S.E.R. Mons. Rosario Vella, SDB Vescovo di Ambanja (Madagascar); Don Romain Atekou, Envol Afrique Coopérative Sociale (Benin); Theresa Okafor, QAARDAN,Quality Assurance and Research Development Agency (Nigeria); Pierre Kamoth, Presidente Fondatore CEST – Coalition Education et Santépor Tous (Camerun).

In questi 10 anni Harambee ha finanziato 39 progetti, raggiungendo migliaia di famiglie in 17 paesi dell’Africa Sub-Sahariana: Angola, Burkina Faso, Camerun, Costa d' Avorio, Guinea Bissau, Kenya, Madagascar, Mozambico, Nigeria, Repubblica Democratica del Congo, Rwanda, Sierra Leone, Sud Africa, Sudan e Uganda.

Harambee, che in swaili significa “tutti insieme”, sostiene progetti promossi da realtà diverse tra loro (cattoliche e laiche, locali e internazionali) seguendo un doppio criterio di selezione: i progetti devono essere di tipo educativo e devono essere portati avanti dagli africani stessi.

Oltre alle iniziative di educazione in Africa, Harambee svolge nel resto del mondo attività di comunicazione e sensibilizzazione a favore della causa del continente africano.

 Per il programma completo del convegno: http://10th.harambee-africa.org/

 Per i progetti di Harambee: http://www.harambee-africa.org/it/cosa-facciamo/progetti.html

Nessun commento:

Posta un commento