Ma non doveva essere freddo e privo di carisma?

venerdì 24 settembre 2010

di Bruno Mastroianni, Tempi, 23.9.2010

Dopo l’Inghilterra sarà difficile tirare ancora fuori il cliché del Papa freddo e privo di carisma. Lo scenario, poco prima del viaggio, era negativo. O meglio: molti media si erano preparati (secondo il vecchio schema dello “scontro che vende”) a raccontare la visita attraverso le voci in contrapposizione.

Poi, però, è arrivato Benedetto XVI. Un Papa che, senza strategie, si è presentato agli inglesi per quello che è. E ha fatto breccia.

In realtà il bilancio della visita si poteva tracciare già da prima che l’aereo papale atterrasse. Lo si poteva prevedere fin da quano il Pontefice ha affrontato davanti ai giornalisti il tema degli abusi sessuali, con occhi lucidi e visibilmente scosso, riconoscendo che la Chiesa non è stata «sufficientemente vigilante» e auspicando «un momento di penitenza, di umiltà, di rinnovata sincerità».

Qualsiasi esperto spin doctor gli avrebbe sconsigliato di parlarne in questo modo. Eppure è proprio lì che le barriere sono cadute. Ancor prima delle folle festanti, ancor prima dell’accoglienza oggettivamente calorosa, ancor prima dei numeri esigui dei contestatori: non appena i giornalisti (e il pubblico) hanno guardato il Papa in faccia, è venuta meno ogni resistenza.

È qualcosa che ormai si ripete (è successo in Francia come in Repubblica Ceca): mentre i commentatori ci abituano a pensare ai secolarismi, ai laicismi e ai confronti ideologici, il Papa punta all’incontro con chi ha veramente l’ultima parola: le persone. E anche stavolta ha lasciato il sengo. «Cor ad cor loquitur», il cuore parla al cuore, era il motto del viaggio…

2 commenti:

  1. Bruno
    queste cose per favore divulgale, scrivile in altri blog, nei forum in cui si continua a blaterare persino delle scarpe rosse di Prada ecc
    Per favore vai anche in altri blog, scrivi, divulga, che è sommamente necessario, urgente, sempre più utile ed opportuno far conoscere.
    ciao
    paolo e.

    RispondiElimina
  2. beh, direi che io la mia parte sto cercando di farla... ma nulla vieta che gli stessi lettori segnalino, divulghino, facciano conoscere...
    Un abbraccio e grazie Paolo E.
    non ho capito bene chi sei ma non serve!
    Grazie
    B

    RispondiElimina