Auguri a un semplice e umile lavoratore nella vigna del Signore

giovedì 16 aprile 2009

di Bruno Mastroianni, Tempi, 16.4.09

“I signori cardinali hanno eletto me, un semplice e umile lavoratore nella vigna del Signore”. Era il 19 aprile di 4 anni fa: Joseph Ratzinger veniva eletto Papa. È tempo di bilanci. Soprattutto in un periodo di distrazioni mediatiche è bene dare un’occhiata a cosa ha fatto questo Papa.

A cominciare dalle due encicliche: una su Dio che è amore e l’altra sulla Speranza che non è un pio sentimento ma la certezza dell’intervento divino nelle nostre vite. I viaggi: negli Stati Uniti dove ha affrontato in prima persona il problema della pedofilia; in Francia, con folle entusiaste che hanno smentito chi prevedeva una laica indifferenza; in Australia dove, secondo l’arcivescovo di Sidney, è cambiata l’immagine della Chiesa e le vocazioni sono in aumento. E poi c’è l’Africa in cui il Papa ha incoraggiato una Chiesa che si è presa sulle spalle le difficoltà del continente.

E il dialogo: la liberalizzazione della liturgia antica e la revoca della scomunica ai lefebvriani, per medicare le rotture delle interpretazioni estreme del Concilio Vaticano II. Il dialogo con gli “amici ebrei” che per il Papa sono i custodi delle origini della fede. E i musulmani con cui si è passati dai gesti significativi di Wojtyla a un sincero confronto intellettuale.

Nonostante alcuni abbiano cercato di ridurre tutto questo a stereotipi da “pastore tedesco”, noi non ci siamo distratti. Il 16 aprile Ratzinger compie 82 anni. Buon compleanno e buon anniversario di pontificato, semplice e umile ma soprattutto “instancabile lavoratore” della vigna del Signore.

2 commenti:

  1. Sì, auguri per tante altre feconde "annate"!

    RispondiElimina
  2. Auguri al nostro Pontefice e un buon lavoro mediatico anche a te.

    RispondiElimina